Vai al contenuto

Recommended Posts

Ciao ragazzi, 

vi scrivo perchè volevo raccontarvi della mia ennesima spiacevole esperienza, e per avere i vostri pareri o conoscere le vostre esperienze a riguardo.

Ho, o meglio avevo, due cavie femmine, Arya ed Amy. Arya sta bene, ma Amy purtroppo da ieri mattina non c'è più.
Amy è stata adottata a luglio del 2020, aveva circa un annetto, arrivava da un recupero di gruppo effettuato a Perugia nel 2019.
Ha sempre avuto una salute di ferro, di carattere molto timida (vuoi per indole, vuoi per l'esperienza vissuta) ma anche tanto tanto coccolona. Nei controlli di routine erano emerse delle cisti ovariche di dimensioni non gravi, tant'è che non avevo preso in considerazione la sterilizzazione. A novembre 2021 mi sono accorta che si lamentava durante la pipì (nonostante sia sempre stata bene, mangiava e spallinava come sempre), così rivolgendomi alla mia veterinaria di fiducia e dopo un'ecografia in cui si vedeva una vescica alterata (non ha fatto un esame urine perchè, secondo il suo parere, molto probabilmente sarebbe uscito un risultato alterato essendo che è difficile prelevare la pipì in ambiente sterile) abbiamo iniziato un ciclo di antibiotico specifico per roditori. In questi 10 giorni il pianto era diminuito notevolmente, e dopo un'ecografia di controllo abbiamo sospeso l'antibiotico. Premetto che Amy ha sempre avuto una pipì molto densa, spesso lasciava sul fondo del recinto una macchietta bianca, ma è normale non sia troppo limpida in questi animali. Così ho lasciato che passasse il tempo, vedendo che non stava male e si lamentava ormai solo sporadicamente ho abbassato la guardia. Fino a circa quindici giorni fa, in cui il lamento era tornato un po' più forte e Amy sembrava risentirne, poichè mangiava poco e spallinava poco. È stata allora fatta nuovamente un'ecografia, nella quale è risultato un ispessimento dell'utero, con un nodulo di 1,5 cm. Abbiamo quindi deciso per una sterilizzazione completa, non c'erano alternative, anche perchè con molta probabilità era la causa del lamento durante la pipì, essendo l'utero combaciante con la vescica/uretra, l'utero creava un'infiammazione e un dolore generale; secondo la mia veterinaria e altri colleghi non era una situazione curabile coi farmaci, o sarebbe comunque stata una cosa temporanea.

Venerdì 25 febbraio è stato eseguito l'intervento, delicato e molto invasivo come ben saprete, anche perchè l'incisione è stata fatta sull'addome, dovendo togliere non solo le ovaie, ma anche l'utero. La piccola è stata ricoverata tutta la notte, sono andata a trovarla la sera del giorno dell'intervento ed era irriconoscibile, era moribonda e ho temuto davvero non ce la facesse.
Fortunatamente, l'indomani mattina ho potuto riportarla a casa. In quei giorni di weekend però sarei stata a lavoro 8 ore al giorno, quindi durante il mio turno lavorativo riportavo la piccola in clinica perchè le venissero fatte le terapie (antidolorifico, antibiotico e farmaci per la motilità intestinale) e venisse imboccata nel caso non mangiasse in autonomia, ma la riportavo a casa appena possibile perchè non volevo accusasse troppo i ricoveri, essendo lei molto emotiva.
Da domenica sera aveva iniziato a restare a casa definitivamente, perchè una volta tranquillizzata e riacquistata un po' di energia aveva anche ripreso a mangiare da sola. Andava tutto bene finchè il lunedì mattina non mi sono accorta di una pallina, morbida di circa 1,5 cm che stava in prossimità dell'inizio della sutura e non sembrava farle male. Così sono andata immediatamente dalla veterinaria, che sospettava fosse una piccola ernia. Ha fatto un'ecografia di accertamento da cui è risultato essere grasso. L'indomani, quindi martedì, mi ha fatta consultare direttamente col chirurgo che ha eseguito l'operazione, e mi ha rassicurata dicendomi che molto probabilmente era saltato un punto di sutura interno (forse dimenandosi), che lasciava uno spazietto da cui entrava e riusciva questo grasso. Mi ha spiegato che non era grave, non era preoccupato, c'era la possibilità che questa materia rientrasse spontaneamente una volta cicatrizzata la ferita interna. Mi ha anche suggerito di tenere ben compressa la zona quando prendevo la piccola in mano, così da non lasciare che collassasse ma anzi da accompagnarla verso l'interno (infatti questo "grasso" lo sentivo morbido e lo sentivo rientrare ogni volta che premevo). Ovviamente non si poteva prendere in considerazione l'idea di un altro intervento in breve tempo, ma nel caso fosse avvenuto sarebbe stato molto meno invasivo e meno lungo di quello di sterilizzazione. Ha dato come scadenza per il controllo, da lì a un mese. Mi ha però anche detto che nelle peggiori delle ipotesi avrebbe potuto incarcersarsi un organo, ma lì in quella zona c'è l'intestino cieco, che a sua detta era molto grande per poter entrare in uno spazio così piccolo. 
Venerdì mattina, durante le coccole, mi rendo conto che questa pallina era un po' appianata, ma leggermente più dura. Ero insospettita, ma non ci ho dato troppo peso...la piccola stava bene, ha mangiato tranquillamente fino alle 20 di sera (ora in cui "cenano"), a mezzanotte il tracollo. Mi accorgo che è rintanata nella casetta da un po', così decido di prenderla un po' in braccio: non reagisce, rimane immobile, sembrava spaventata ma in camera non c'erano stati rumori improvvisi. La rimetto nel recinto e vedo che è passiva, inerme, di solito correva a rifugiarsi invece le ho tolto la casetta e stava immobile, non cercava nemmeno di scappare. I pochi movimenti che faceva erano a rallentatore, ho provato a darle del cibo e ha mangiato due foglioline di insalata ma poi l'ha rifiutata, ha provato a spallinare ma è riuscita a farne solo due di numero, sembrava facesse fatica. Ho capito immediatamente che qualcosa non andava e l'ho portata subito in clinica.

L'infermiera di turno aveva sentito la veterinaria che la segue e si occupa di esotici e le ha fatto una flebo di fluidi e cortisone, le ha misurato la temperatura ed era a 40° (nella norma, no?) e abbiamo deciso per il ricovero.

Alle 7.30 di ieri mattina la telefonata, la piccola non ce l'ha fatta...

La veterinaria ovviamente non ha una risposta, ha detto che in quello spazio nella sutura potrebbe essersi strozzato un organo, o un vaso sanguigno, o potrebbe aver avuto un trombo o qualche shock. 
Come potrete immaginare, sono devastata. Non ero pronta, ero preparata il giorno dell'intervento, avevo preventivato la possibilità che non ce la facesse, ma dopo una settimana no...e la cosa che mi sta logorando è che la veterinaria mi ha detto che il fatto che la pallina si fosse indurita era un segno di allarme e avrei dovuto avvertire.
Mi sto logorando perchè sono sempre molto attenta, e forse per una mia disattenzione la mia piccola non c'è più, magari si sarebbe potuto fare qualcosa. Ma dopo che il chirurgo mi ha dato addirittura un mese di tempo per la guarigione, e dopo avermi detto che era impossibile che quel foro creasse problemi, ho abbassato la guardia.
Sono consapevole del fatto che darmi la colpa non servirà a riavere Amy, e che forse non è stata quella la causa della sua morte, che sono animali fragili, estremamente imprevedibili e che nascondono i sintomi, ma non riesco a non pensare che io sia stata responsabile, che se avessi agito prima ora forse sarebbe qui. 

Mi logora sapere tutto quello che ha passato nella sua breve vita, l'abbandono e il recupero, è stata con me così poco e avrei voluto darle ancora tanto amore, è tutto così ingiusto.

Scusate il lungo post, ma avevo necessità di condividere la mia esperienza con qualcuno che conosce e ama davvero questi animali, e volevo sapere se ci fosse qualche esperienza simile.

Grazie mille a chi mi risponderà.

 

thumbnail_IMG.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi spiace tanto!

la temperatura a 40 è alta, di solito è sui 38 (la mia una volta ha avuto l febbre appunto a 40/41 e la vet le ha fatto un antipiretico se ricordo bene).

Tu hai fatto tutto bene e con le dovute attenzioni, probabilmente era una cosa che non si poteva evitare :( 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, Random ha scritto:

Mi spiace tanto!

la temperatura a 40 è alta, di solito è sui 38 (la mia una volta ha avuto l febbre appunto a 40/41 e la vet le ha fatto un antipiretico se ricordo bene).

Tu hai fatto tutto bene e con le dovute attenzioni, probabilmente era una cosa che non si poteva evitare :( 

 

Cosa ti ha fatto capire che aveva la febbre?

Share this post


Link to post
Share on other sites

che improvvisamente ha iniziato a fare degli urli molto forti (dei pui pui ma molto più allarmati e acuti). 
probabilmente aveva preso freddo, perché al controllo è risultato tutto ok.

volevo fare una lastra ma il vet me l’ha sconsigliato perché sarebbe stata una fonte di stress

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Random ha scritto:

che improvvisamente ha iniziato a fare degli urli molto forti (dei pui pui ma molto più allarmati e acuti). 
probabilmente aveva preso freddo, perché al controllo è risultato tutto ok.

volevo fare una lastra ma il vet me l’ha sconsigliato perché sarebbe stata una fonte di stress

Capisco, quindi una reazione opposta a quella di Amy. 
Non so se reagiscono tutti allo stesso modo, però forse a questo punto la temperatura un po’ alta indicava qualcosa che non andava in corso, e non la causa principale. È che spero non sia stato sottovalutato niente, non essendo la veterinaria lì presente la sera/notte del ricovero..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi dispiace tantissimo per la tua Amy. 💖

A mio modesto ed opinabile giudizio non devi tormentarti con i sensi di colpa. Tu sei stata presente, attenta, non c'è stato dolo o trascuratezza nelle tue azioni. Semplicemente non sapevi, né avevi modo e mezzi per intuire che qualcosa non andava, se non quando oramai era troppo tardi.

Amy ha avuto una vita breve e difficile, ma grazie a te, seppur per poco, ha conosciuto tanto amore ed è questa la cosa più importante. Tu ci sei stata fino alla fine con estremo affetto e premura. 💗

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Nora87 ha scritto:

Mi dispiace tantissimo per la tua Amy. 💖

A mio modesto ed opinabile giudizio non devi tormentarti con i sensi di colpa. Tu sei stata presente, attenta, non c'è stato dolo o trascuratezza nelle tue azioni. Semplicemente non sapevi, né avevi modo e mezzi per intuire che qualcosa non andava, se non quando oramai era troppo tardi.

Amy ha avuto una vita breve e difficile, ma grazie a te, seppur per poco, ha conosciuto tanto amore ed è questa la cosa più importante. Tu ci sei stata fino alla fine con estremo affetto e premura. 💗

 

Grazie per le tue dolci parole di conforto.

Avrei voluto fosse andata diversamente, avrei voluto il meglio per lei, ancora per tanto tempo. È uno strazio al cuore ogni volta, anche se il peggio sembrava passato purtroppo non è stato così. Spero di aver fatto tutto al meglio, questo è sempre il mio più grande rammarico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi dispiace tantissimo! Immagino che dispiacere per te. Non darti colpe che assolutamente non hai, hai avuto tutte le attenzioni possibili e nemmeno i vet possono dire una causa certa del suo peggioramento (la pallina è probabile che non c’entri nulla, come ti era stato detto inizialmente dal chirurgo. Complicazioni in un intervento ci possono sempre essere e non è detto che si possa fare più di quello che è stato fatto)

le hai dato amore e serenità, questo è l’importante. Un abbraccio!

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, franci_fra3 ha scritto:

Mi dispiace tantissimo! Immagino che dispiacere per te. Non darti colpe che assolutamente non hai, hai avuto tutte le attenzioni possibili e nemmeno i vet possono dire una causa certa del suo peggioramento (la pallina è probabile che non c’entri nulla, come ti era stato detto inizialmente dal chirurgo. Complicazioni in un intervento ci possono sempre essere e non è detto che si possa fare più di quello che è stato fatto)

le hai dato amore e serenità, questo è l’importante. Un abbraccio!

Grazie franci…

è che non mi aspettavo complicazioni a distanza di una settimana, così, all’improvviso. Il mio cervello cerca di dare una spiegazione logica per accettare la cosa, ma forse non avrei potuto fare diversamente..chi lo sa.

Grazie mille ancora 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, Accedi Ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Reply to this topic...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

×
×
  • Crea Nuovo...