Vai al contenuto
Ric

Cacca molle nel periodo coronavirus

Recommended Posts

Buongiorno a tutti.Ho due cavie, Lola e Nami. Abbiamo fatto trasloco giusto in tempo prima di affrontare questo maledetto periodo del coronavirus. Le cavie temporaneamente però sono state lasciate ai suoceri in modo da riuscire a sistemarci (non è la prima volta che le tengono) ma credo abbiano fatto un errore (ma a detta loro dicono di non aver fatto nulla ma mia suocera è anziana): credo abbiano somministrato peperone freddo (cose che ho ricostruito io a posteriori).Di fatto una delle due la Nami, il primo giorno non mangiava più, solo fieno. Al che siamo andati a prenderle per portarle a casa. Il primo giorno di fatto avevamo solo insalata in busta tipo radicchio e peperoni per la il pasto serale, ed in effetti Lola ne mangiava poca, Nami zero. Il peperone Lola lo ha mangiato mentre Nami zero. Ho pensato che avessero bisogno di variare semplicemente verdura/insalata e come primo rimedio (era quasi sera) sono andato a raccogliere erba di campo mentre portavo fuori il cane. Ho visto che la Nami ne ha mangiato un pochetto. Le cacche della Nami in questo momento erano secchine e chiare.Il giorno dopo abbiamo fatto spesa comprando lattuga da taglio(è la loro preferita) ed infatti le due tope si sono messe a mangiare a capofitto sia mattina che sera. Ho anche dato qualche foglia di tarassaco per dare vitamina C visto che Nami proseguiva a non mangiare peperone Il problema è che la mattina dopo la Nami ha fatto cacca con muco e verso sera cacche molli e un poco di diarrea.Abbiamo subito separato la Nami e messa a dieta con solo fieno ed acqua. Sentendo un veterinario di emergenza che non conoscevamo (la nostra si è trasferita in altra regione e abbiamo perso le tracce) abbiamo dato 3 gocce di enterogermina e vitamina c o meglio acido ascorbico in polvere che avevamo in casa (il cebion qui è introvabile) dandogli due dosi al giorno, ogni dose composta da 0,15 grammi (una bustina) diluito in 2 ml di acqua. Il giorno dopo la diarrea non c'era, cacche poche e piccoline, quindi abbiamo dato pochissimo finocchio, 4\5 bastoncini lunghi 2cm alti mezzo sia mattina che sera ma cmq rifiutava peperone. Adesso la cavia è vispa, chiama per la pappa però la cacca è formata ma molle. Per ora l'abbiamo lasciata con il solo fieno e se lo sta mangiando ma non possiamo tenerla separata altrimenti non mangia nulla (emula quella più vecchia e fa di tutto per starle accanto la tenerina). Leggendo il forum però ho deciso di aumentare la dose di enterogermina ieri sera somministrando 1 ml.

Ora mi chiedo come posso proseguire visto che qui è un macello: uscire di casa in provincia di Brescia oltreche un rischio è ovviamente un casino visto il coronavirus. Tutti i veterinari di paese sono chiusi. Posso pensare di andare più lontano ma devo prima trovare un veterinario serio che ne sappia di cavie aperto. Cosa molto difficile.

  • Ho letto tutte le schede a riguardo sul forum, e sto cercando di procurarmi:

Florentero in pasta

Pasticche di carbone vegetale (presumo di riuscire a trovarle anche al supermercato)

Benefibra

Prezzemolo (per ovviare al peperone perchè siringare la vitamina c è cmq non semplice)

  • In casa al momento riassumendo abbiamo:

Enterogermina 2miliardi/5 ml Florentero Act in pastiglioni (lo abbiamo per il cane)Acido ascorbico in bustine monodose da 0,15 grammi l'una

Sto pensando poi di fare l'infuso di fieno che non ho mai fatto, ma non vorrei sovvrapporre troppe cose.Vi sono davvero grato per l'attenzione ed i consigli che mi darete, sono un poco affranto perchè in questa situazione tutto è davvero difficile. Chiedo scusa se ho nominato i nomi dei farmaci\prodotti ma sono davvero in una situazione di emergenza. Grazie di cuore per la comprensione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa se rispondo solo ora!

Si, il momento è difficile anche per la gestione dei nostri piccoli!

Dopo episodi di dissenteria si deve ripristinare la flora batterica intestinale e per questo sono utili i fermenti lattici. Enterogermina, ma meglio ancora florentero, e da non disprezzare l'infuso di fieno, facile da preparare, che loro in genere apprezzano molto e che aiuta anche ad idratare dopo gli episodi di diarrea.

Naturalmente molta cautela con la verdura inizialmente, meglio un po' più di pellettato o addirittura, se c'è in casa, un po' di critical care o simili; e buon fieno a volontà.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Paolo! L'infuso di fieno stamattina l'ho preparato e adesso sta "macerando" e glielo do dopo cena

Avendo il florentero in pastiglioni per cani, dici sia una follia cercare di tritarlo per diluirlo in acqua?

Critical care zero non ne ho. Sto provando ad ordinarlo, così come la vitamina c in pastiglie sempre oxb*w ma mi sa che arriverà per le calende greche.Forse domani sera riesco ad avere benefibra che ho letto in una scheda "official" del forum poter essere un rimedio.

Grazie infinite per il supporto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non occorre proporre troppi prodotti. Vedrai che l'infuso di fieno la idraterà piacevolmente e le darà i fermenti lattici.

Se vuoi dai un pezzettino piccolo di florentero, ma la cosa fondamentale è un ritorno molto molto graduale alla normale alimentazione, quindi abolire per ora la verdura più acquosa, poca verdura più soda (finocchio, sedano, torsoli di cavolo) e tanto fieno. Quando le cacchette si saranno normalizzate, solo allora si potrà riprendere gradualmente a dare la solita verdura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok mi sto tranquillizzando! Sisi sull'insalata di certo mi ci butto solo a cacca dura. Per ora solo piccoli spizzichi di sedano, finocchio.

prezzemolo dici sia una cavolata? Giusto per ovviare almeno una volta sulla vitamina c in siringa che mi pare di metterla in croce poverina.

Grazie infinite Paolo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il prezzemolo può andare, ma per periodi di tempo limitati perchè è particolarmente ricco di calcio: la guarisci dall'enterite, ma le fai venire i calcoli (esagero, ma comunque prudenza).

La vitamina C in siringa, se non piace "pura", la puoi allungare con poca spremuta o succo o anche infuso di fieno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao. Benvenuto anche da parte mia.

Hai raccolto tutte le informazioni giuste e Paolo ti ha dato ottimi consigli. Vedrai che il pancino si sistemera. Tenete monitorata la situazione e dedicate loro tempo x le cure.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Simo74, grazie del benvenuto e delle preziose schede che hai postato. Grazie ancora Paolo! Siete preziosi!

Vi aggiorno. Ieri sera e anche stamattina le cacche erano notevolmente migliorate, formate e abbastanza elastiche e solo leggermente morbidine. Abbiamo dato finocchio e torsolo di cavolo. Poi quella discola ha sfondato il separet e si è magnata una pezzo di lattuga, 5 x 5 cm circa, ed infatto oggi pomeriggio qualche cacchina è tornata ad essere mollina anche se formata. Al prossimo pasto faremo mangiare la sorella sana sul tappeto onde evitare ed oltretutto non le facciamo tirare le gole.

Riguardo al prezzemolo l'idea era solo come concentrato di vit c, sappiamo che è troppo carico di calcio ed infatti normalmente lo diamo raramente (max 4 volte l'anno per intenderci) e solo se fresco del giardino in dosi ridotte.

Mi era venuto in mente di incorporare vit c e infuso al fieno ma l'unico dubbio era che magari la vit c inibisse i fermenti contenuti. Ma adesso che ho conferma faccio una manovra unica in tre atti.

Riguardo alla dieta, visto che la cagarotta è molto schizzinosa sulle verdure nel senso che non mangia mai le stesse se troppo ravvicinate, volevo chiedervi se i fagiolini potessero essere un'idea valida per stasera, magari uno tagliato a tocchetti e magari senza semi. Pellet purtroppo (in questo caso) non ne abbiamo perchè non ne diamo mai. Ho ordinato critical care ma arriverà alle calende greche e almeno al prossim ogiro al max non saremo colti impreparati.

Un altra cosa che vi chiedo: del finocchio le cavie sono ghiottissime di quegli aghetti verdini tipo pennelli: nel caso diarrea sono troppo acquosi e quindi da evitare?

Sicuramente le seguo ad occhio le topastre (cntrollo cacche ogni 2/3 ore), a parte che non si può uscire, ma sarebbe uguale perchè sono molto attaccato alle mie pelosine (mia moglie mi da del paranoico), ma anche lei si preoccupa come me...

Ho sentito poi un amico anche lui veterinario, ma non è specializzato di cavie. Lui mi ha suggerito il cuprum(ottimo disintossicante) ed anche enteros gel per rallentare gli spamsi dell'intestino. Ma adesso voglio vedere come vanno i prossimi due giorni perchè andare in farmacia è proprio un posto non indicato in questo periodo e la pelosa comunque è vispa e urla per il cibo e le razioni scarse :)

Grazie di cuore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi fa piacere leggere che va meglio!

E' proprio una monella: un'effrazione per raggiungere la foglia di lattuga!

Puoi dare il prezzemolo, ma poco e non tutti i giorni.

Sui fagiolini e le barbe del finocchio non saprei cosa dire: tu prova e vedi come reagisce il pancino della piccola.

Non proverei troppe terapie, ma solo un'alimentazione adeguata al momento integrata dall'infuso di fieno.

Carezzine alle tue piccole!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 28/3/2020 at 16:16, paolo dice:

Non proverei troppe terapie, ma solo un'alimentazione adeguata al momento integrata dall'infuso di fieno.

💪

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, Accedi Ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Reply to this topic...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

×
×
  • Crea Nuovo...