Vai al contenuto
Silvia81

Le tartarughe di terra di Silvia

Recommended Posts

Salve amici! Vi presento l'altra mia grande passione, le tartarughe terrestri! Attualmente allevo due specie,,,

Le Testudo hermanni hermanni ceppo laziale

Scusatemi ma ho dovuto rimuovere le mie foto perché illecitamente utizzata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è poco da fare: i cuccioli sono sempre dolcissimi, di (quasi) qualsiasi specie e questi non fanno eccezione! :love:

Una bella e variegata famiglia di cheloni; molto bella e attenta la sistemazione!

p.s.: da cosa si riconosce che la prima è di ceppo laziale: dall'accento?

scusa, non sono riuscito a trattenermi :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meravigliose, anche le mie sono Hermanni...ho postato alcune loro foto nella sezione gli altri piccoli amici, la discussione i miei dinosauri. Si vede solo una piccola parte del recinto...come poi ho descritto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

p.s.: da cosa si riconosce che la prima è di ceppo laziale: dall'accento?

scusa, non sono riuscito a trattenermi :)/>

:rotfl:/>:rotfl:/>!!

Aò! e dajè Amelia!! Datte 'na mossa!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per i complimenti! In effetti le baby sono fantastiche e vi assicuro che è estremamente emozionante vederle bucare l'uovo con il "dente dell'uovo " per sgusciare.

Il ceppo laziale delle hermanni hermanni è difficile da trovare, perché le tartarughe sono state prelevate in natura indiscriminatamente o sono state sterminate dalla presenza dell'uomo. Io ho la fortuna di avere una coppia riproduttiva la cui discendenza è certa e certificata. Paola e Ulisse sono stati denunciati nel 92'e sono la terza generazione ancora in vita, di un gruppetto di tartarughe nate qui nel Lazio e prelevate in natura dal padre del conoscente che me le ha movimentate, un signore di 76 anni! Insomma, per gli estimatori il ceppo laziale certificato è una sorta di " rarità", se poi si considera che Ulisse e qualche figlio hanno i baffetti gulari. ..

Amelia ed Ivan provengono dall'Uzbekistan w sono in un recinto ben distante dalle hermanni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che meraviglie!

Quindi depongono le uova? In che periodo dell'anno? E tra poco andranno in letargo?

Grazie! Sì, la Paola depone le uova tutti gli anni dai primi di maggio a fine giugno, in due o tre deposizioni. Poi io prendo le uova e le metto in un'incubatrice artigianale e dopo circa 56/60 giorni, nascono le tartarughine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meraviglioso il piccolino appena nato!!:love:/>

Ti chiedo una cosa, dato che fai schiudere le uova in incubatrice: per quanto ne so la temperatura influisce sul sesso dei nascituri...tu come ti comporti? Puoi "decidere" tu se avere schiuse di maschietti anziché di femminucce?

riesci a distinguere il sesso dei piccoli sin dalla nascita?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì Simona, le tartarughe in fase embrionale hanno un sesso genetico che può essere invertito dalle alte temperature. In particolare intorno ai 32 gradi sono tutte femmine, tra 31/32 ci sono sia maschi che femmine ed al di sotto dei 31 sono tutti maschi. Io scelgo l'opzione di centro, che in letteratura è inteso come espressione del sesso genico. Non è buona cosa puntare all'inversione del sesso, anche se le femmine sono più preziose dei maschi, (non me ne vogliano, é una questione di equilibrio)perché le tartarughe da grandi potrebbero avere problemi di fertilità.

In realtà non esiste un metodo scientifico per distinguere i sessi delle tartarughe sin da piccole, ma diciamo che quando ne fai nascere tante ci prendi "l'occhio". Io mi regolo con gli scuti sovracaudali;) con un margine di errore molto basso...

Posso dirti però che è in prossima commercializzazione, un kit per il sessaggio delle tartarughe terrestri baby! Dovrebbe funzionare come un test di gravidanza.

Grazie mille Paolo 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì Simona, le tartarughe in fase embrionale hanno un sesso genetico che può essere invertito dalle alte temperature. In particolare intorno ai 32 gradi sono tutte femmine, tra 31/32 ci sono sia maschi che femmine ed al di sotto dei 31 sono tutti maschi. Io scelgo l'opzione di centro, che in letteratura è inteso come espressione del sesso genico. Non è buona cosa puntare all'inversione del sesso, anche se le femmine sono più preziose dei maschi, (non me ne vogliano, é una questione di equilibrio)perché le tartarughe da grandi potrebbero avere problemi di fertilità.

In realtà non esiste un metodo scientifico per distinguere i sessi delle tartarughe sin da piccole, ma diciamo che quando ne fai nascere tante ci prendi "l'occhio". Io mi regolo con gli scuti sovracaudali;) con un margine di errore molto basso...

Posso dirti però che è in prossima commercializzazione, un kit per il sessaggio delle tartarughe terrestri baby! Dovrebbe funzionare come un test di gravidanza.

Grazie mille Paolo 😉

Grazie Silvia per i tuoi chiarimenti, veder nascere i piccoli è uno spettacolo meraviglioso...io non ho mai utilizzato le incubatrici, ma ho lasciato le uova dove venivano deposte, segnando il punto e tracciandomi un diario con data e numero di uova deposte ed eventuali condizioni atmosferiche se particolarmente anomale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi, sempre in ritardo😆

Ho scelto di utilizzare l'incubatrice per massimizzare le nascite ed essere sicura di avere qualche piccola tartarughIna. Qui la terra è sabbiosa e d'estate diventa talmente arida, da diventare quasi polvere. Non è proprio una condizione favorevole alla schiusa... ho pensato anche ad irrigare i siti di deposizione, ma non sapendo come regolarmi ho optato per l'incubatrice.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiornamento anche per le mie tartarughe..

Purtroppo le horsfieldii non le ho più. A marzo abbiamo fatto fare un prelievo del sangue ed il campione è andato in Svizzera da un esperto erpetologo, che purtroppo ha confermato la positività all'herpesvirus delle mie tarte.. A quanto pare le russe riescono a tollerare bene questo virus, ma le hermanni no, Quindi ho dovuto cedere le horsfieldii ad una vet specializzata etologa.

E' stata una decisione sofferta..

Per fortuna ho avuto delle nascite quest'anno, la Paola mi ha regalato 12 uova e sono nate 12 hermannine

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero meravigliose queste immagini...le piccoline mi fanno sempre un'enorme tenerezza, sono grandi quanto una moneta da 1 euro e sono piene di grinta e vitalità!!:love:/>

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, Accedi Ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Reply to this topic...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

×
×
  • Crea Nuovo...